Area Riservata

:: User
:: Password
Registrati

 Utenti On-Line 17

17^ Maratonina di Uta

Simona MONTISCI - Martedì 03 Dicembre 2013 15:30


A maggio, quando ho cominciato a correre col gruppo, capitava spesso di parlare di mezza maratona con chi ne aveva già fatte tante e dai loro racconti emergeva sempre entusiasmo. Io, che di km ne facevo a malapena 5 o 6, pensavo... è un percorso lunghissimo, chissà se riuscirò!!! in realtà il desiderio di mettermi alla prova mi venne lo scorso anno proprio alla maratonina di Uta, dove andai semplicemente ad assistere e decisi che si, un giorno o l'altro, avrei voluto riuscirci. E dunque eccomi a cimentarmi con la mia prima mezza. Obiettivo: terminarla. La partenza della 17^ edizione della Maratonina Città di Uta è prevista per le ore 10.00. Il nostro gruppo è davvero vario, diversi atleti alla prima esperienza, numerosi veterani e anche chi partecipa alla non competitiva. Ma ciò che mi stupisce è che tutti, proprio tutti, siano emozionati prima di cominciare a correre. Gli animi sono frizzanti e si sdrammatizza con risate e foto di rito. Un po' di riscaldamento e poi via lungo la linea di partenza, o meglio direi piuttosto.. assiepati! La sensazione dopo lo sparo è che mi sorpassino tutti, (a posteriori vedendo il risultato finale capirò che non si trattava solo di sensazione!) cerco comunque di non perdere le mie compagne. Ma dopo il 2°km mi accorgo che rispetto ai miei tempi normali sto andando troppo veloce quindi faccio tesoro del consiglio che quasi tutti i componenti del gruppo mi avevano dato, Gianluigi Montis in primis, ovvero di non farmi “fregare” dall'adrenalina iniziale e rallento. Si rivela utile perché verso il 4°km riesco finalmente a carburare e andare più veloce. La gara consiste in tre giri di circa 7km ciascuno e il triplice saluto al santuario di Santa Maria non può che farmi piacere. Inoltre anche i diversi passaggi su quello che sarà poi l'arrivo sono importanti. Sentire parenti e amici che ti incitano a far meglio dà sempre una marcia in più. Dopo il 16°km comincia per me la parte più difficile e direi inesplorata, avendo fatto in precedenza 18km al massimo e una sola volta. Le gambe diventano pesanti e sento un forte dolore al collo. Rallento. E' in questo momento che mi sento dire: “Non mollare adesso, forzaaa!!” “Ma chi è?” Penso. Mi giro, una ragazza, non so chi sia ma mi raggiunge e sorpassa e con la sua frase mi risveglia. Mi riprendo, lei è davanti a me e la seguo. Verso la fine del 19°km un blocco, faccio qualche passo camminando, e lei di nuovo che mi sprona. Ha ragione, adesso proprio no, dopo tutta 'sta fatica! La raggiungo e facciamo insieme gli ultimi 2km. Li ho sentiti veramente tosti. Poco prima dell'arrivo mi suggerisce di fare un bel respiro.. perché sarebbe stato emozionante. Neanche finisce la frase e dopo una curva sento le urla “Vai Simooo!!” mi scendono le lacrime, non capisco chi c'è perché mi viene da correre più veloce, scorgo Marisa, Claudia, Tonio. Vado ancora un po', oltrepasso l'arrivo ed eccole lì Daniela, Giovanna, Ivana, Graziella, Manuela, Sabrina, compagne d'avventura. Che bello l'abbraccio che mi riservano!! Che grande soddisfazione!! Obiettivo raggiunto in 2:05:35. Dei 45 atleti del GP Assemini iscritti alla gara tutti raggiungono il traguardo, proprio un buon risultato per l'intero gruppo! (foto di Giorgio INCANI)

Classifica Generale